Come eseguire il root del tuo telefono Android – la semplice guida

Se devi eseguire il Rooting del tuo Android e pensi che sia un’operazione complicata, il consiglio è di seguire questa semplice guida in modo da ottimizzare il risultato.

In riferimento a ciò, nei passi successivi ti spiegherò cosa significa fare il Rooting su Android, perché potresti volerlo o doverlo fare e poi troverai una guida passa per passo ideale per mostrarti come eseguire il root del tuo telefono Android con il minimo sforzo possibile.

Il rooting tra l’altro può essere eseguito su dispositivi con sistema operativo Android siano essi telefoni cellulari o tablet.

Che cos’è il rooting?

Tecnicamente, il rooting si riferisce all’hacking o all’adattamento del sistema operativo del telefono per consentire l’installazione di app e software.

Tale operazione è necessaria anche quando si tratta di installare delle app per il monitoraggio a distanza in quanto consente loro di funzionare liberamente sul tuo telefono o dispositivo Android. Il rooting è molto simile a Jailbreaking di un iPhone e consente ogni tipo di modifica.

La maggior parte delle persone prende in considerazione il rooting solo quando è necessario, magari per eseguire proprio l’installazione di un’app specifica come lo è quella per monitorare da remoto un telefono cellulare di un determinato soggetto su cui si hanno dei fondati sospetti di comportamenti inconsueti o scorretti.

Perché è necessario il rooting?

Alcune applicazioni e programmi software richiedono questa autorizzazione Root per funzionare correttamente. Se desideri la libertà di installare e utilizzare il software che scegli, dovrai dunque eseguire il rooting del tuo Android.

Questo sito Web è per lo più concentrato su diversi tipi di software Phone Spy e se si desidera ottenere il massimo da alcuni di questi programmi è necessario prendere in considerazione il suddetto rooting del telefono.

Per utilizzare programmi come MSpy e l’app Flexispy non è tuttavia sempre necessario eseguire il root del telefono, ma per alcune delle funzioni avanzate di reporting che non funzioneranno, allora non se ne può fare a meno.

Funzionalità come l’hacking di WhatsApp, Gmail e la maggior parte delle app di social messenger: tutto ciò richiede quindi che il telefono sia sottoposto a rooting.

Come ho già detto, non è necessario che la maggior parte delle funzionalità funzioni.
Mspy e Flexispy hanno entrambi i servizi di installazione disponibili per rendere le cose veramente facili.

Faranno il root del tuo dispositivo e installeranno l’app spia professionalmente con una piccola tassa a giuntiva e a nostro avviso ne vale la pena specie se non sei sicuro di riuscirci da solo!
root android

Quali sono i rischi con il root?

Se si presta attenzione e si seguono le istruzioni, rischi non ce ne sono. Quando è uscito Android, il rooting era una procedura molto complicata, ma con il tempo è stato semplificato e le moderne app di root sono sicure e facili da usare, anche se non sono molto tecniche.

Se tuttavia segui le istruzioni e esegui il backup del dispositivo, non correrai il rischio di danneggiare il tuo telefono.

Operazioni da eseguire

Per iniziare, effettua il backup del tuo telefono o dispositivo Android. Non saltare questo passaggio in quanto manterrà tutti i dati al sicuro, ma ancora più importante, questo backup ti consentirà di ripristinare il sistema operativo del telefono se qualcosa dovesse andare storto durante il processo di rooting.

Spetta dunque a te decidere come eseguire il backup: alcuni telefoni dispongono di suite software per PC che consentono il backup, alcune persone invece utilizzano Google Sync.
rooting

Guida al backup del telefono Android.

Assicurati che la tua batteria del telefono sia completamente carica prima di iniziare: tale accortezza è molto importante!

Un’ultima cosa: devi abilitare il debug USB sul tuo telefono. Sul telefono vai su Impostazioni – Applicazioni – Sviluppo – e assicurati che la voce Abilita il debug USB sia selezionata. Guarda lo screenshot.

Il Download del rooting

L’app che sto per dimostrarti in questa guida è SuperOneClick che tra le tante è sicuramente la più facile da usare e supporta la più vasta gamma di telefoni cellulari e versioni del sistema operativo.

Provalo prima e se non funziona puoi provare sempre uno degli altri. Le alternative a SuperOneClick sono in tal caso^

  • EasyRoot,
  • Unrevoked,
  • Z4Root,
  • Universal AndRoot.

Ottieni il rooting!

Il telefono è completamente carico, è stato eseguito il backup, abilitato il debug USB e scaricato e decompresso il file su SuperOneClick. A questo punto se hai
una scheda SD nel telefono, smontala o rimuovila prima di procedere.

Fatto ciò, collega il tuo telefono al PC tramite cavo USB e assicurati che nessun altro programma sia in esecuzione. Fai doppio clic sull’icona SuperOneClick .exe e il programma si aprirà – controlla lo screenshot qui sotto.
rooting droid

Adesso fai clic sul grande pulsante che dice Root. Il programma impiegherà alcuni minuti per essere eseguito, mostrando i progressi man mano che procede, qualcosa come lo screenshot qui sotto. Dagli tempo: all’improvviso potrebbe fermarsi e dopo poco ripartire!
rooting android phone

droid rootUna volta completato, ti dirà che è OK. Questo è tutto sul tuo dispositivo Android l’operazione è andata a buon fine. A questo punto spegni il telefono e quindi riavvia. Dovresti vedere un’app chiamata SuperUser sul tuo telefono se tutto è andato a buon fine.

Se in un secondo momento decidi di rimuovere Rooting , puoi farlo tramite SuperOneClick. Collega il telefono e premi il pulsante Unroot!

You May Also Like

About the Author: Martin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *