Come spiare un telefono con un keylogger

mspy keyloggerHai mai sentito parlare dei key logger? Sono forse una delle più grandi minacce alla nostra privacy, nemici tanto subdoli quanto invisibili. Questi piccoli strumenti sono in grado di intercettare e registrare tutto quello che viene digitato sulla tastiera di uno smartphone o di un computer (password comprese) senza che nessuno se ne accorga.

Non c’è modo di rilevare la presenza di questi programmi a “occhio nudo”, poiché risultano completamente invisibili. L’unico modo per difendersi è

  • tenere sempre sotto controllo il proprio cellulare,
  • evitare di prestarlo a sconosciuti,
  • e non fidarsi troppo nemmeno delle persone più care, che magari vorrebbero accedere al nostro telefono per spiarlo.

In questo articolo ti spiegheremo cosa sono i key logger e come funzionano, ma vogliamo prima ricordarti una cosa importante: usare programmi simili per monitorare i dispositivi altrui senza il consenso dei proprietari è un reato punibile dalla legge. Le informazioni che ti daremo nei prossimi paragrafi hanno uno scopo puramente illustrativo, pertanto non ci riterremo responsabili delle conseguenze derivanti da un uso improprio delle stesse.

Keylogger: come funziona

Devi sapere che esistono due tipi di keylogger: hardware o software. I primi sono dispositivi dall’aspetto simile a chiavette USB che, di solito, vengono usati per spiare i computer. È sufficiente collegarli al cavo della tastiera per riuscire a intercettare tutti i dati in transito sul pc in un battibaleno.

I secondi, invece, sono programmi che vanno installati direttamente sul device che si intende controllare e che riescono a registrare tutte le parole e le frasi digitate sulla tastiera. Questo tipo di key logger è più indicato per monitorare i cellulari: che motivo ci sarebbe, infatti, di attaccare una chiavetta USB a un telefono? Nessuno, se non quello di insospettire il legittimo proprietario.

Alcuni keylogger funzionano addirittura da remoto: immagazzinano i dati sulla memoria interna e, in seguito, li inviano sotto forma di report all’account e-mail indicato in fase di installazione.

Accorgersi della presenza di keylogger è davvero difficile, e i malintenzionati lo sanno bene. Questi dispositivi sono totalmente indipendenti dal sistema operativo del pc o del telefono su cui vengono installati, che non riesce quindi e rilevare la loro presenza. I key logger di tipo software rimangono sempre attivi in background e riescono così a intercettare:

  • tutte le digitazioni avvenute sulla tastiera,
  • gli spostamenti del mouse o i suoni captati attraverso il microfono.

Procurarsi un key logger è semplicissimo, basta fare una rapida ricerca in rete per trovare programmi e dispositivi economici da ordinare.

Ecco perché è complicato difendersi da questo tipo di attacchi, anche se non del tutto impossibile.
keylogger-track

mSpy, il miglior keylogger remoto in circolazione

Se stai cercando un modo per scoprire cosa combinano i tuoi dipendenti durante l’orario di lavoro, oppure se sospetti un tradimento da parte del tuo compagno, i key logger potrebbero fare al caso tuo.

Come ti abbiamo accennato all’inizio, spiare un cellulare senza il consenso del proprietario è una violazione della privacy a tutti gli effetti. Ma se proprio non sai resistere alla tentazione, affidati al miglior servizio presente sul mercato: mSpy.

Il programma è in grado di monitorare cellulari:

  • Android,
  • iPhone,
  • o computer a distanza/

Registra tutte le attività che vengono eseguite sul dispositivo e le invia a un pannello di controllo accessibile in qualsiasi momento o luogo. Ma perché mSpy è considerato il miglior keylogger remoto in commercio? Il motivo è presto detto: è efficace, totalmente invisibile e offre la possibilità di tenere sotto controllo più dispositivi alla volta.

Installarlo è un gioco da ragazzi, basta inventarsi una scusa per chiedere in prestito il telefono alla propria vittima. Dovrai infatti scaricare l’app sul dispositivo e inserire il codice di attivazione ricevuto via mail al momento dell’acquisto di mSpy. A questo punto avrai pieno accesso a tutte le informazioni contenute sul telefono in questione, dalle conversazioni private all’archivio fotografico. Niente avrà più segreti per te!
keylogger demo

Dal pannello di controllo di mSpy potrai infatti vedere:

  1. Messaggi privati su WhatsApp, Facebook Messenger, Skype o Snapchat.
  2. Foto e video contenuti nel telefono o nel computer.
  3. Le e-mail inviate o ricevute.
  4. Il registro dei tabulati telefonici.
  5. La posizione del telefono, grazie alla localizzazione GPS.
  6. I siti web visitati nelle ultime ore.

Inoltre, devi sapere che l’applicazione è in grado di registrare tutto quello che viene digitato sulla tastiera: questo significa che potrai raccogliere informazioni sulle frasi ricercate su Google, sui messaggi inviati e persino sulle password digitate.

Ma quanto costa mSpy? Al momento della redazione di questo articolo (settembre 2018), le tariffe sono le seguenti:

  1. Versione Base (funzionalità limitate): a partire da € 26,99 al mese.
  2. Versione Premium: a partire da € 59,99 al mese.
  3. Kit Famiglia (comprende 3 licenze Premium + funzioni desktop): a partire da € 75,99 al mese.

Il pacchetto base ti permette di monitorare un solo dispositivo. Se invece desideri tenere sotto controllo più cellulari (e magari anche un computer) ti consigliamo di acquistare il Kit Famiglia: con il 20% di sconto potrai monitorare più telefoni contemporaneamente.

Ora sai come funzionano i keylogger e quanto possono rivelarsi utili per mettere a tacere i dubbi nei confronti del tuo partner o dei tuoi dipendenti. Se queste informazioni ti sono state d’aiuto, condividi l’articolo con qualcuno che potrebbe averne bisogno!

You May Also Like

About the Author: Martin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *